Taccuino Anastasiano è il proseguimento del Blog "Circolo Letterario Anastasiano", con il quale rimane comunque collegato (basta cliccare sul logo del CLA).
Sarà questo un blog essenzialmente dedicato alle recensioni, alle notizie letterarie, alle presentazioni di libri ed agli appuntamenti ed incontri relativi al nostro territorio vesuviano, e non solo: dedicheremo spazio a tutte le notizie interessanti che ci giungeranno, con lo scopo di fornire valide informazioni culturali e spunti di riflessione su temi di carattere poetico e letterario in generale.
Buona lettura e buona consultazione.

mercoledì 21 marzo 2018

Le origini della medicina moderna (1845-1910), di Fausto de Lalla


Ecco un nuovo bellissimo libro di Fausto de Lalla, autore poliedrico che spazia dal saggio medico-scientifico al romanzo storico e quindi alla narrativa tout-court. Una persona affabile, coltissima, in grado di affrontare e trattare qualsiasi argomento anche al di fuori del suo ambito profesionale, Fausto de Lalla ci offre, con questo suo recente lavoro, uno spaccato importantissimo del mondo medico e in particolare della ricerca e delle scoperte che hanno reso la moderna medicina una vera e propria scienza al servizio dell'uomo.

Nella seconda metà dell'Ottocento fu scoperto che le malattie infettive sono causate da entità invisibili capaci di riprodursi (i microbi), furono gettate le basi dell'immunologia, furono scoperti i raggi X e sintetizzato il Salvarsan, il primo "proiettile magico" in grado di distruggere i germi senza provocare danni al paziente. Non si trattò di un semplice "progresso", ma di una vera e propria "rivoluzione", che trasformò la medicina da "pratica" a "scienza". Come scrisse Charles Richet, che sarà poi Premio Nobel: "Non resta più niente della vecchia medicina. Tutto il passato è stato cancellato. Prima del 1872 si credeva ai miasmi, al genio epidemico… Non si era molto lontani dal supporre l'esistenza di un angelo sterminatore. Il vecchio edificio della scienza medico-chirurgica, che resisteva da venti secoli, è stato demolito in venti anni".
Questo libro illustra non solo le grandi conquiste della medicina in questo periodo, ma anche le vicende umane di quei grandi "rivoluzionari" che ne furono artefici.
(Dalla quarta di copertina)

Fausto de Lalla è nato a Pisa. Si è laureato in Medicina a Siena. Per motivi di lavoro e studio si è trasferito a Milano, a Como e infine a Vicenza. Ha sempre svolto attività clinica e di ricerca in ambiente universitario e ospedaliero. Ha pubblicato numerose monografie e libri di testo per medici e studenti, un romanzo storico nel 2012 (Una famiglia borghese, Ibiskos Editrice Risolo), un saggio sull'errore in medicina nel 2013 (Malamedicina, Sonda), e un romanzo sulla carriera dei ricercatori nelle Facoltà di Medicina nel nostro paese nel 2015 (Anatomia di un fallimento, Edizioni Leucotea). Oggi, secondo la stagione e gli impegni di lavoro, vive a Vicenza, in provincia di Lucca o negli Stati Uniti (Sarasota, Florida).

Fausto de Lalla, "Le origini della medicina moderna (1845-1910)", Robin Edizioni

lunedì 5 marzo 2018

Il London Park Letterario a Sant'Anastasia, II° Incontro


Riprendono gli appuntamenti letterari al London Park di Sant'Anastasia. Il prossimo 6 aprile, infatti, è previsto il secondo incontro della Rassegna "Il London Park Letterario", con due validissime autrici romane: Stefania Di Lino e Ksenja Laginja.
La rassegna, il cui primo incontro si è svolto il 19 ottobre scorso, ospite la poetessa Paola Casulli di Casale Monferrato, è nata per commemorare il compianto poeta anastasiano Natale Porritiello, venuto a mancare l'estate scorsa, vittima di un banale incidente stradale. L'organizzazione è affidata al Circolo IncontrArci - Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile, con la collaborazione  dell'Associazione "Arte e Saperi" di Rita Pacilio e naturalmente dello stesso "London Park Bar Pub Birreria" sede degli incontri. La rassegna gode inoltre del Patrocinio morale del Comune di Sant'Anastasia, essendo nata in seguito ad un incontro delle associazioni suddette con Natale Porritiello e alla susseguente fondazione della "Casa della Poesia di Sant'Agata de' Goti", un sodalizio culturale avente lo scopo di organizzare incontri letterari sul territorio campano.
A presentare gli ospiti del prossimo incontro sarà Giuseppe Vetromile, mentre la poetessa e critico letterario Vanina Zaccaria, presidente della Fondazione Lermontov di Napoli, condurrà l'incontro relazionando brevemente sulle due autrici e dialogando con loro.
Al termine, come è ormai consuetudine, alcuni poeti presenti potranno contribuire leggendo propri testi o intervenendo con riflessioni e commenti.
Non mancherà la parte musicale per allietare ulteriormente la serata, grazie alle perfomances di Silvia Ciccarelli e Ciro Corcione.
Appuntamento dunque per il 6 aprile, ore 18, con le poetesse Stefania Di Lino e Ksenja Laginja.

Il London Park è un parco pubblico, aperto a tutti. Si trova a poca distanza dalla stazione della Circumvesuviana di Sant'Anastasia, linea Napoli Sarno. Ambiente gradevolissimo, con prati e tavolini all'esterno e all'interno in caso di cattivo tempo. Il servizio bar e paninoteca è sempre disponibile.

domenica 18 febbraio 2018

Le novità letterarie: "Eleanor", di Rossella Frollà


"Eleanor è una reporter e raccoglie in prima persona tutta la conoscenza che il male, la guerra e il terrorismo possono rivelare. La storia va dal conflitto armato in Bosnia (1992 / 95) agli sbarchi sull'isola di Lampedusa, sulle isole greche, al terrore degli ultimi fatti di Parigi".
Sono queste le parole iniziali che la stessa autrice scrive nella premessa di questo intenso libro interamente dedicato al dramma, attualissimo, dei conflitti che dilaniano intere nazioni, delle migrazioni, degli atti di terrorismo. La consapecolezza di essere in qualche modo corresponsabili di quanto è avvenuto e di quanto ancora avviene, è poi evidenziata addirittura nel sottotitolo: "Non fummo mai innocenti: dalla Bosnia alla Siria".
Si tratta dunque di un libro che è un vero e proprio reportage di guerra, con la peculiarità di essere proposto in versi: un lungo interessante racconto in versi, un poema in effetti, suddiviso in dieci sezioni o capitoli, all'interno dei quali i brani che si susseguono hanno per titolo i personaggi che si esprimono in prima persona, descrivendo situazioni e stati d'animo con un forte sentimento di condivisione e partecipazione. L'autrice utilizza un linguaggio poetico che rende vive le immagini e le persone di cui parla, nel loro avvicendarsi sul teatro dei conflitti e delle miserie umane, nelle loro malvagità e nei loro sacrifici. Protagonista è Eleanor, che raccoglie, lungo tutto il percorso del libro, la storia, o le storie, gli slanci emotivi e i patimenti di tanta umanità costretta a subire e a soccombere irrimediabilmente.
Il libro è stato presentato recentemente a Napoli, presso il Caffè Letterario "Il tempo del vino e delle rose".


Rossella Frollà, ELEANOR, Interlinea Edizioni, 2017

Rossella Frollà è marchigiana di origine. Si è laureata all'Università Carlo Bo di Urbino. Nel 2012 ha pubblicato con Interlinea Il segno della parola. Poeti italiani contemporanei. Sempre con Interlinea, nel 2015 ha pubblicato la raccolta poetica Violaine.
Scrive per "Pelagos" e altre riviste online

martedì 6 febbraio 2018

La III Edizione del "Festival della poesia nella cortesia" a San Giorgio del Sannio

FESTIVAL DELLA POESIA NELLA CORTESIA
III EDIZIONE 2018
Padri e figli... in versi

Si celebrerà il prossimo 28 aprile a San Giorgio del Sannio (Bn) la terza edizione del Festival della poesia nella cortesia. Poeti, letterati, artisti e scuole in dialogo con la cittadinanza e i giovani.
Questa terza edizione del Festival è incentrata sul tema "Padri e figli... in versi", per favorire la riflessione sulle condizioni comunicative e generazionali. 
L'importante evento è patrocinato e promosso dal Comune di San Giorgio del Sannio ed è coordinato dalla poetessa e critico letterario Rita Pacilio.
Collaboreranno all’iniziativa: L’Associazione Arte e Saperi, La Vita Felice, StudioDanza94, Derivati Sanniti blog, Circolo Letterario Anastasiano, Centro Cultura “Tommaso Rossi”, Biblioteca Comunale di San Giorgio del Sannio, Scuole del territorio.
La rassegna prevede la partecipazione di ospiti di fama nazionale e internazionale: Andrea Mariotti, Giuseppe Collina e poeti/letterati di fama nazionale per condividere esperienze diverse provenienti da altri territori e produrre lo scambio/confronto con quelle del territorio beneventano: saranno infatti presenti artisti locali nella scrittura e in altre discipline.
La sede degli eventi sarà l'Auditorium comunale “Al Cilindro Nero”- via Mario Lanzotti – San Giorgio del Sannio (BN).

PROGRAMMA
28 aprile 2018

Ore 10.00 Saluti e Presentazione della tematica del Festival on. Mario Pepe
Ore 10.45 Presentazione delle attività del Festival a cura di Rita Pacilio e Alessia Accettola
Ore 11.00 Andrea Mariotti e Giuseppe Collina: Incontro con le Scuole. Letture e confronti.
Ore 13.00 buffet offerto dall’Amm.ne comunale
Ore 15.00 Letture poetiche da parte dei partecipanti, coordinate da Diana Battaggia, Giuseppe Vetromile e Cosimo Caputo (durata 90 min)
Ore 16.30 Incontro con i Derivati Sanniti e le Associazioni del territorio
Ore 17.30 Letture poetiche da parte dei partecipanti, coordinate da Rita Pacilio e Diana Battaggia (durata 90 min)
Ore 19.00 Saluti in cortesia : aperitivo e conclusioni

Informazioni di servizio:

Location alloggi:
La Vecchia Torre azienda agrituristica - Contrada Montebello - San Nicola Manfredi BN – 
tel. 0824 372001
Costi:
€ 40,00 a notte, camera singola con colazione
€ 75,00 a notte, camera doppia con colazione
(possibilità di pranzare e/o cenare in loco presso il ristorante della struttura).

Per chi fosse sprovvisto di propria auto, il trasferimento da La Vecchia Torre ai luoghi di incontro in cui si svolgerà il Festival è a carico degli organizzatori.

Coloro che giungeranno in treno il 27/28 alla stazione di Benevento sono gentilmente pregati di informare l’organizzazione circa l’orario di arrivo per poter predisporre il trasferimento all’albergo.
(ritapacilio@gmail.com)

domenica 28 gennaio 2018

APERIMELA: Un incontro culturale - gastronomico in versi dedicato alla mela

Si svolgerà venerdì 23 febbraio, presso il Bar Pasticceria Arancia Blu di Afragola (Na), un interessante e suggestivo incontro culturale-gastronomico dedicato al mondo della mela in tutti i suoi aspetti, con declamazione di poesie ispirate a questo frutto.
L’incontro, organizzato dall’Associazione L’Artefatta di Carmina Esposito in collaborazione con i Colori della Poesia di Annamaria Pianese e il Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile, è aperto a tutti previa prenotazione, e avrà appunto come tema "la mela" nella sua accezione più ampia. Ne parlerà l’agronomo Andrea Coppeta per quanto riguarda le caratteristiche morfologiche, la stagionalità, le varietà; l’artista Giovanni Balzano, attraverso la descrizione di alcune opere di artisti famosi, illustrerà come il frutto della mela viene rappresentato nel corso del tempo e con stili diversi. L’attore Biagio Zanfardino regalerà ai presenti momenti teatrali, anche ironici, sul tema della mela. Si alterneranno nel corso della serata momenti di degustazione originali e gustosi a cura della pasticceria Migliore con prodotti a base di mela: aperimela con finger food, risottino a tema con calice di falanghina, dolce tradizionale in composta di mela accompagnato da sidro di mele. L’evento si svolgerà nell’atmosfera amichevole e confortevole dell’Arancia Blu. I poeti presenti in sala che si saranno prenotati, potranno declamare versi, anche in vernacolo, che abbiano attinenza al tema della serata.

Bar Pasticceria Arancia Blu, Via Dario Fiore 123 Afragola. Venerdì 23 febbraio 2018 ore 18


Per info e prenotazioni: Carmina Esposito – 3389660538

domenica 21 gennaio 2018

Il Premio Letterario Città di Capannori

Si è conclusa ieri, sabato 20 gennaio, la cerimonia di premiazione del Premio Letterario Città di Capannori, edizione 2017, presso la Biblioteca G. Ungaretti del Polo Culturale "Artemisia" di Capannori (Lucca). Il Premio è indetto dal Comune di Capannori con la collaborazione dell'Editore Marco Del Bucchia e dell'Associazione culturale "Amici del libro".
Tre le sezioni a concorso: poesia, narrativa, saggio breve, ed inoltre 2 premi speciali: Premio Giovani e Premio Luciana Baroni. I premi consistono in euro 500 per le sezioni di poesia, narrativa e saggio breve, euro 300 per il premio speciale giovani ed euro 200 per il premio speciale dedicato a Luciana Baroni.
La Giuria, così composta: Margherita Loy (presidente), Marco Del Bucchia e gli scrittori Luciano Luciani e Marco Pedonesi, ha selezionato 34 finalisti, per tutte le sezioni. Tra questi, la Giuria ha assegnato:
- Primo premio per la sezione poesia: Ivan Fedeli.
- Primo premio per la sezione racconto: Giuseppe Vetromile.
- Primo premio per la sezione saggio breve: Paolo Maria Borsoni.
- Premio Speciale Giovani: Giuseppe Lance.
- Premio Speciale Luciana Baroni: Alberto Vannucci.

L'Editore Del Bucchia ha realizzato e pubblicato una interessante raccolta antologica comprendente tutte le opere dei finalisti.

lunedì 2 ottobre 2017

Nasce il "London Park Letterario"

Parte una nuova rassegna letteraria a Sant'Anastasia: il London Park Letterario. Si tratta di una serie di incontri letterari che si svolgeranno presso il London Park Bar Pub Birreria di Sant'Anastasia, in Via Libero Grassi, grazie all'ospitalità e attiva collaborazione dell'intero Staff del London Park, e in particolare di Silvia Ciccarelli, nipote del poeta Natale Porritiello, recentemente scomparso in un tragico incidente. La serie di incontri sarà infatti dedicata al "Poeta del cuore", come amava definirsi (Memorial Natale Porritiello), iniziando ciascun incontro con la lettura di una sua poesia.
L'organizzazione degli incontri è affidata al Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile, il quale, oltre allo Staff ospitante, si avvarrà della collaborazione di altre Associazioni (come ad esempio l'Associazione Arte e Saperi di Rita Pacilio), e di poeti e operatori culturali del territorio.
Ciascun incontro, in linea di massima, prevederà la presentazione di uno o due Autori, intermezzi musicali e breve reading di poesie.
Il London Park è un parco pubblico, aperto a tutti. Si trova a poca distanza dalla stazione della Circumvesuviana di Sant'Anastasia, linea Napoli Sarno. Ambiente gradevolissimo, con prati e tavolini all'esterno e all'interno in caso di cattivo tempo. Il servizio bar e paninoteca è sempre disponibile.
La "Casa della Poesia di Sant'Agata de' Goti", associazione ideata con il contributo di Natale Porritiello, sarà il riferimento principale di questa e delle future attività letterarie che si svolgeranno a Sant'Anastasia e presso il London Park in particolare, con il patrocinio del Comune di Sant'Anastasia e di altri Comuni del territorio campano.
Il primo incontro del London Park Letterario è programmato per giovedì 19 ottobre 2017, alle ore 18. Sarà presentato il libro di poesie "Sartie, lune e altri bastimenti" di Paola Casulli, Edizioni La Vita Felice di Milano. Seguirà reading di poesie.


2/10/17

"Gusti di...versi", Ristorante Albergo dei Baroni, Sant'Anastasia (Na), 13 marzo 2015

La mostra "Il respiro della materia / I colori dell’anima"

Due poesie di Gerardo Pedicini

L’ombra del tempo

(per Sergio Vecchio


L’ombra del tempo

è ferma alla tua porta

e tra i rami

vigila la civetta,

cara agli dei.

Nel silenzio della notte

avanza il giorno tra le spine

e il vento rode

le vecchie mura sibarite

intrise d’acqua e di memorie.

Dorme nel profondo la palude:

il Sele discende lento fino al mare

e svuota le tombe dei sacrari.

Ora è l’antica Hera,

ora è Poseidon a indicarti il cammino.

Alla deriva del vento

il tuo passo di lucertola

è rapido volo d’uccello.

Sotto la tettoia scalpita il treno

sugli scambi e rompe le stagioni

nel vuoto delle ore.

Nel laboratorio acceso di speranze

resti tu solo a sorvegliare

il perimetro antico delle mura

mentre vesti d’incenso i tuoi ricordi

tracciando sul foglio linee d’ombra.

***

I segni della storia

(ad Angelo Noce)


Cinabro è il fuoco dei ricordi:

passano rotte di terre nella mano

e sfilano i segni della storia.

Ombre e figure

alzano templi alla memoria.

Nell’antico corso del mare

si sospende la luce del giorno.

È un sogno senza fine.

Transita il tempo da un foglio all’altro

e incide in successione

ciò che già fu, ciò che sarà

nella tenue traccia del tuo respiro.

(Gerardo Pedicini)

Il libretto "I Poeti della rosa"